martedì 1 marzo 2011

DESTINO

“I libri degli antichi che studiavo da ragazza, mi avevano insegnato che il destino conduce dolcemente per mano colui che vi si affida e trascina via con forza chi cerca di opporvisi. Ma una sorte diversa guidò la mia esistenza e una forza più grande anche del destino mi portò a scagliarmi a pugni nudi contro le montagne dei pregiudizi, a dibattermi contro la corrente degli impetuosi fiumi e l’ira degli impetuosi uomini della mia terra. Mi portò a comprendere ogni dolore umano e m’insegnò, nel dolore, la pazienza del seme nei solchi. M’insegnò a trovare la sera dentro di me, e poi il mattino. E mi fece conoscere i pugnali dell’amore e le sue colombe. Mi portò sole e nubifragi. E mi portò te in dono, amore mio, vita mia!”

2 commenti:

Terry ha detto...

eh si sono d'accordo con te tutti siamo legati a un filo che ci guida e che ci coonduce dove siamo adesso..:) un bacio

Anonimo ha detto...

Belle le parole di Ignacio...

Related Posts with Thumbnails