martedì 20 settembre 2011

WRITING TUESDAY: ROTONDA

Eccoci al primo appuntamento con il WRITING TUESDAY lanciano da Silbietta di INTERNO 105. Ogni martedì bisogna pubblicare un breve racconto, una poesia o qualsiasi cosa di scritto e creativo. Un esercizio per allenarsi alla scrittura.
La parola da cui trarre inspirazione questa settimana è ROTONDA.
Questo breve racconto l’ho scritto, quasi tutto, nella sala d’attesa del dentista. Le parole sono uscite di getto.
Non è la prima volta che pubblico qualcosa scritto da me, mi è capitato di postare poesie, ma di solito evito di dire che sono mie.
Ma questo è un esercizio quindi siate clementi ^__^
 

writing-tuesday-banner

NOTTE DI LUNA

Ryan ha la ragazza.
Non lo posso sopportare. Questa notizia mi ha letteralmente buttato nel panico. Calma. Respira. Ok respira. Ho detto respira. Nulla.
Che poi Carol ha detto solo di averlo visto in centro con questa tipa e che sembravano divertirsi, mica li ha visti tenersi per mano o baciarsi. Insomma, poteva benissimo essere sua sorella. Se non fosse che Ryan è figlio unico. E va bene, magari era sua cugina, no? Dite che mi sto raccontando delle favole?
Dio, sono a pezzi. Come diavolo è successo?
Se non si fosse capito, Ryan è l’uomo dei miei sogni. Lo so io, lo sa Carol, lo sanno tutti. Ecco..forse Ryan non lo sa ma questo è solo un piccolo dettaglio.
E’ stata Carol a presentarci, quattro mesi fa. Si sono conosciuti in università.
Ci siamo incontrati una sera uscendo dal pub vicino casa sua.
Ora, se vi presentano un ragazzo carino è meglio non trovarsi in compagnia dei tuoi più cari amici, quelli che ti conoscono meglio. perché è sicuro al centro per cento che troveranno il modo di metterti in imbarazzo, non per cattiveria si capisce, sono amici, ma se sei una che ne combina di tutti i colori, beh, c’è poco da fare. Hanno ragione loro.
La presentazione è andata bene, insomma bastava dire il mio nome. Fin qui ci arrivo. Stendiamo un velo pietoso sul resto.
E devo ricordarmi che quando incontro un ragazzo interessante meglio pensare due volte prima di aprire bocca, anzi tacere del tutto sarebbe meglio.
Carol invita Ryan ad unirsi a noi ed insieme ci incamminiamo verso un altro locale dove fanno musica dal vivo.
Finisce che me lo ritrovo accanto.
- Ti chiami Lily?
- Sì.
- Sai, con la confusione del pub non ero sicuro di aver capito bene.
Infatti, mentre mi presentavo, la porta del pub si è aperta per far uscire una coppietta e l’armonica di Billy Joel, su Piano Man, ha coperto la mia voce. E ti pareva.

Silenzio imbarazzante. Non sapevo che dire.
Disperata mi guardo intorno, tipo Kaiser Soze ne’ “ I soliti sospetti”, in cerca di spunti di conversazione. E finisco col dire:
- La luna è rotonda stasera (ricordarsi di tacere…sempre)
Panico.
Ma che ho detto? Io volevo dire che c’è la luna piena.
Per un attimo ho sperato che non mi avesse sentito ma a quanto pare devo anche averlo detto gridando perché in un nano secondo tutti gli altri hanno iniziato a ridere e a prendermi in giro. Sul serio.
C’è chi è arrivato alle lacrime, chi non respirava più, chi azzardava altri esempi tipo: l’acqua è bagnata. Uno spettacolino comico di altissimo livello, credetemi.
A fine serata mi avevano cambiato nome: Luna Rotonda. Mi chiamano ancora così. Lasciamo perdere.
Da quella sera Ryan ha iniziato a frequentare il nostro giro. E, come avrete capito, mi sono innamorata di lui. Perdutamente.
Ora, io sono una frana in amore. Non so prendere l’iniziativa e non sono nemmeno buona a far capire che sono disponibile. Carol dice di non provarci nemmeno che faccio più danni che altro e alla fine ottengo solo il risultato contrario. Così ho deciso di affidarmi al destino e comportarmi con se non mi interessasse così da sembrare una ragazza seria e non una di quelle tipe che sbavano dietro i ragazzi.
L’ho amato in silenzio per tutto questo tempo aspettando che capitasse qualcosa, un segno da parte sua. Sono stata così brava a nascondere i miei sentimenti che è probabile che pensi che mi sia anche antipatico. Che stupida. E adesso lui è in centro con questa tizia. Ma chi è?
Alle otto sono già pronta per uscire. Passo a prendere Carol e ci troviamo tutti al pub. Ryan è già lì. Carol l’ho addestrata in macchina prima di arrivare, deve torchiare Ryan e scoprire che faceva oggi in centro e con chi era. Se devi scoprire qualcosa su un ragazzo carino, nessuno è meglio dei tuoi migliori amici, fidatevi, neanche Poirot sarebbe così scrupoloso.
Carol si mette subito al lavoro. Quando torna da me non ha un aria felice. Le si legge in faccia che non ha buone notizie.
. Che succede Carol? Che hai scoperto?
. Non ti piacerà.
. TI prego parla.
- Ecco..mi ha detto che l’ha conosciuta settimana scorsa e da allora si sono visti tutti i giorni. Insomma… è la sua ragazza.
Lo sapevo. Respira.
- Dice che è brillante, simpatica..
- Basta così. Non voglio sentire altro.
Sono una stupida e quella tipa invece è brillante, simpatica e non ha aspettato segni dal destino. Lei se l’è preso. il mio Ryan.
Mi giro verso di lui, vedo che mi sta guardando mentre viene verso di noi. Non posso parlargli adesso. Non respiro e sto per piangere.
Scappo fuori.
Girato l’angolo mi fermo e cerco di riprendermi ma sono già arrivata ai singhiozzi.
- Lily?
Mi prende un colpo. Ryan piomba all’improvviso accanto a me.
- Lily, che succede?
- Niente.
- Ma stai piangendo?
Ed ora? Come ne esco? E presa dal panico perdo tutta la calma e la serietà ostentati in questi quattro mesi.
- E allora? Non si può? E’ proibito? E poi, che ti importa? Perché sei qui? Non ti devi vedere con la tua ragazza stasera?
Sono fuori di me e ce l’ho con me stessa.
. Lily…
- No! Voglio stare sola, ti prego vattene.
- Lily, io non ho la ragazza.
Rimango di sasso.
- Ma Carol..hai detto a Carol..
- Lo so. Non capivo perché era così interessata a sapere con chi ero oggi pomeriggio e quando ho visto che ci stavi guardando ho pensato di provare una cosa.
- Provare cosa?
- Volevo vedere come reagivi.
- Perché?
- In questi mesi sei sempre stata così fredda e distante che non pensavo di aver una possibilità con te. Volevo vedere se ti dava fastidio che avessi la ragazza.
- Non hai la ragazza?
- No.
E mi rimetto a piangere. Stasera sono una diga rotta. Ma non mi importa. Sono felice.
Poi Ryan mi prende il viso tra le mani e con dolcezza mi bacia.
- Non piangere più. Guarda, la luna è rotonda, come la sera che mi sono innamorato di te.
Lo amo.

Fine.

9 commenti:

silbietta ha detto...

Ma quanto siamo romantiche!!
E' molto bello, mi piace un sacco, brava! :)
Certo che, da una parola a cosa siamo riuscite ad arrivare...in direzioni totalmente diverse... :)

polepole ha detto...

... ma che donne, ragazzi!
Ora io 'sa cosa della rotonda me la devo studiare per benino... anche se credo che lo stile "la luna è rotonda stasera" sia quello che più mi si addice! :D

Bello Antonella, davvero!
polepole

Antonella - ATTIMI DI LETIZIA ha detto...

@Silbietta: grassie silbi..in un primo momento la parola rotonfa mi ha messo in crisi ma poi per magia..succede smempre così ;)

@Polepole: grassie, siete troppo buone. Non vedo l'ora di leggere la tua interpretazione di rotonda..intanto adoro di matto la tua poesia.
bacio

Anto Io ha detto...

Ciao Anto,
bellissimo il tuo racconto e dopo averlo letto ed aver pure letto quello di Silbietta...mi sa che passo...devo rimuginarci ancora un po su...forse da rotonda qualcosa tirerò fuori...ma non credo proprio di farcela entro la giornata...
Comunque grazie, un abbraccio
Antonella

poesiaestiva ha detto...

Quanto mi piaceeeee bravissima anto!!!

Mamma Nuvola ha detto...

Te l'ho già detto ma aspetto di acquistare il tuo libro di racconti brevi!!!

Antonella - ATTIMI DI LETIZIA ha detto...

@Anto Io: grassie :) dai che settimana prossima la parola è gioia

@poesiaestiva: grazie tesoro. bacio

@mamma nuvola: eh magari...tvb

leucosia ha detto...

ciao volevo ringraziarti il doppio... con questo racconto per avermi fatto scoprire pianoman di billy joel e per l'iniziativa dei racconti in musicassetta...
grazie grazie
è la magia delle parole che scoprono tesori insospettabili!

Antonella - ATTIMI DI LETIZIA ha detto...

@leucosia: che bello è stato leggere il tuo commento :). un bacio

Related Posts with Thumbnails